Spesso quando mi soffermo ad osservare gli Angeli delle persone che io identifico come “cattive” noto che il loro Angelo è scuro, quasi privo di aura, e porta in mano una spada rovesciata. Ho chiesto ai miei Angeli di spiegarmi come mai… 

 

Nostra cara amata,

chi sono gli Angeli dalla spada rovesciata ? Certamente tu li identifichi come la tua mente li codifica; ricorda, pertanto, che tutte le informazioni che provengono dal “cielo” vengono poi filtrate, elaborate e codificate dalla mente del canale medianico, cioè riconosciute e percepite in base alle conoscenze, al carattere, alla formazione del medium.

Bene! Gli Angeli dalla spada rovesciata, o Angeli caduti, sono creature celesti apparentemente “spente” e prive di misericordia che non riescono a comunicare con la persona da loro protetta poiché essa vive nell’ego e nella mente.

Queste Entità sono identiche a Noi Angeli di luce, ma tu le vedi prive di energia perchè l’aura del protetto è scura e priva di fede nell’aldilà e nella vita dopo la morte.
Cosi, tu identifichi queste guide come “spente”, ma in realtà sono Angeli come tanti altri che semplicemente rimangono “inattivi”a causa della scarsa fede del loro amato “custodito”.

Tu, con la tua mente puoi identificare queste persone come “cattive” o guidate da Entità malvage, ma io ti dico che il malvagio è l’ego, sono le paure che albergano dentro ogni essere umano, e soprattutto chi vive nelle frequenze “basse” dell’invidia e della rabbia si nutre costantemente di negatività: e allora chiediti, come possono gli Angeli di costoro arrivare al contatto con il loro amato? Poichè per noi siete i nostri amati, diletti e prediletti.

Ricorda! Noi Entità amiamo ciò che brilla e luccica, Noi Entità ci avviciniamo a coloro che vibrano alle frequenze dell’amore e non possiamo raggiungere quelli che ancora si nutrono dell’oscurità poichè esiste il libero arbitrio; anche queste creature hanno un Angelo, certo, che opera in modo diverso con loro senza che nemmeno se ne accorgano. Ad esempio può succedere che gli Angeli dalla spada rovesciata intervengano nella vita dell’anima che custodiscono evitandogli incidenti o dispiaceri non previsti nel destino stesso dell’individuo. Ora, questa persona priva di fede attribuirà al caso l’evento, ma in realtà il suo Angelo Custode ha messo la sua mano invisibile per evitare un grande danno.

Noi Entità di luce possiamo interagire solo con anime aperte alla fede, magari attraverso dei pensieri, oppure mostrandoci a seconda delle capacità della persona, mentre i custodi di queste persone cosa fanno?
Spesso stanno semplicemente ad aspettare, altre volte attendono momenti di sconforto dove l’ego è debole per interagire con il loro protetto e altre volte mandano loro Angeli in carne ed ossa (o angeli terreni) per aiutarli nel percorso.

Sai, le persone che vivono nell’ego hanno ancora bisogno di identificare gli Angeli come esseri umani poichè non vedono e non sentono; la spiritualità è ancora per loro qualcosa di impalpabile allora vengono loro inviati questi “angeli terreni” che giungono in soccorso.

Spesso queste creature “bianche” scendono sulla terra con il solo scopo di aiutare, sostenere, proteggere queste anime “erranti “ e a volte trascorrono delle vite difficili poichè il loro compito non è tanto quello di “evolvere”, ma di aiutare gli altri a progredire.

Facilmente accade che non siano capite, ma ciò fa parte del percorso, bimba nostra.
Cosi, ricorda amata creatura, che Noi tutti siamo messaggeri di luce amorevoli e buoni che veniamo trasformati dal vostro interno; una persona buona e luminosa riesce ad identificarci come Angeli, poichè il suo interno è limpido e compassionevole; al contrario, invece, una persona “malvagia” il cui interno è ricco di paure, beh riuscirebbe a trasformare anche il Divino nel più grande “demone”. Riesci a comprendere?

Cosi, rifletti e vai avanti nel cammino poiché questi Angeli dalla spada rovesciata non troveranno luce fintanto che la persona a loro assegnata non deciderà consapevolmente di avere fede e ritrovare pace, amore e consapevolezza.

Buona pace…

 

 

© Copyright Nadia Angela Anghinoni